Il Metodo Rességuier (MR) e il Qi Gong (QG) sono efficaci e complementari nella riabilitazione dei pazienti con Fibromialgia (FM)

Autori: S. Maddali-Bongi, A. Del Rosso, M. Calà, C. Di Felice, G. Giambalvo Dal Ben, M. Matucci Cerinic

Background. Nella FM, la riabilitazione con terapie mentecorpo come MR e QG migliora dolore, disabilità e stress psicologico (1, 2).

Scopo. Valutare l’efficacia di programmi che integrino MR e QG nella FM.

Pazienti e Metodi. 20 donne con FM (età e durata di malattia: 57,3±11,4 e 4.2±2.9 anni), sono state assegnate a 2 gruppi: Gruppo 1, trattato con MR e poi con QG e Gruppo 2, trattato con QG e poi con MR. I protocolli duravano 27 settimane: 15 di trattamento (7 settimane con il primo intervento e 7 con il secondo, con stop di 1 settimana fra i 2), 12 di follow up (FU). Le valutazioni sono state eseguite all’arruolamento (T0), alla fine del primo (T1) e del secondo intervento, (T2) e al termine del FU con FIQ, HAQ, Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS-a e HADS-d), Regional Pain Scale (RPS), VAS 0-10 per la qualità del sonno, Tender Points (TP). QG è un’antica ginnastica cinese, che integra allenamento mentale, fisico, respiratorio, energetico. QG aiuta il ribilanciamento fisico, psichico, emozionale, migliorando postura, respirazione e concentrazione tramite movimenti a basso impatto. RM è una tecnica riabilitativa che mira a migliorare attenzione e percezione del paziente, per modulare le risposte al dolore. Durante la sessione, il terapista controlla l’attenzione e la percezione del paziente con contatti verbali e manuali e lo guida ad eseguire esercizi attivi e consapevoli del corpo e respiratori.

Risultati. Nel Gruppo 1, FIQ, HAQ e RPS erano ridotti (p<0.001) a T1 (dopo MR) e ridotti ulteriormente a T2 (dopo QG) (p<0.0001), con i risultati confermati al FU (p<0.0001), mentre i TP erano ridotti a T2 (dopo QG) (p<0.05), con il dato non mantenuto al FU (NS). HADS-a migliorava a T1 (p<0.0001) e rimaneva stabile a T2 dopo QG (T2) e al FU (p<0.0001). HADS-d migliorava solo dopo QG (T2), con il dato confermato al FU (p<0.0001). Nel Gruppo 2, FIQ, HAQ, RPS e TP si riducevano a T1 (dopo QG) (p<0.05), con i risultati mantenuti a T2 (dopo RM) e al FU (p<0.05). La qualità del
sonno migliorava solo a T2 (p<0.05), con il miglioramento perso al FU. HADS-a e -d miglioravano a T1 (p<0.0001), con i dati confermati a T2 e al FU (p<0.0001).

Conclusioni.
Nella SF, RM e QG riducono dolorabilità, dolore, disabilità, e migliorano i sintomi ansiosi. MR migliora anche la qualità del sonno e il QG agisce sulla depressione. L’ulteriore
riduzione di disabilità e dolore dopo QG suggerisce che un protocollo con MR

Bibliografia
1. Maddali, Clin Exp Rheumatol 2010.
2. Haak, Disabil Rehabil 2008.

 

Ultima modifica: 15/12/2013